Ferragosto in Campania: Chiena di mezzanotte a Campagna (SA)

gavettone in faccia

Un evento unico nel suo genere, un vero e proprio Festival in onore dell’acqua che ogni anno si tiene nella città di Campagna, in provincia di Salerno. Si tratta della Chiena di mezzanotte che si conclude con i grandi festeggiamenti del 16 e 17 agosto ma che in realtà iniziano già un mese prima.

Uno spettacolo fatto di risate e allegria, una grande festa per celebrare l’importanza dell’acqua e combattere la calura estiva divertendosi.

Chiena di mezzanotte, l’evento di Ferragosto in Campania

Nel dialetto locale, il termine chiena indica la piena, riferita allo straripamento del fiume Tenza, che viene appositamente fatto uscire dagli argini in modo controllato, per allagare le vie della città. Si tratta di un evento che affonda le proprie radici nel passato e che ai giorni nostri è diventato un vero e proprio evento folkloristico, con la partecipazione attiva dei cittadini e attira numerosi turisti per l’occasione.

Una bella festa cittadina che coinvolge bambini e anziani, ragazze e ragazzi, che camminano a piedi nudi nelle strade inondate di acqua pulita e fresca e che si divertono a tirarsi “secchiate” per bagnarsi. Il tutto è caratterizzato da un elevato senso civico e si svolge nel pieno rispetto di persone e cose.

Chiena di mezzanotte, come si svolge

L’evento è organizzato dalla Pro Loco della città e apre le porte ogni anno il 13 luglio. Le serate clou che mettono fine alla grande festa sono quelle del 16 e del 17 agosto.

Nel corso di questo mese, gli appuntamenti da non perdere sono numerosi.

Innanzitutto le “chiene”, che si tengono sempre nei fine settimana. Il sabato pomeriggio e la domenica mattina le strade sono allagate e si può liberamente camminare lungo il corso principale a piedi nudi, fermandosi al bar per una bibita o un caffè. In questi momenti, non ci sono secchi a portata di mano e nessuno schizza l’altro, così come tradizione vuole.

Il momento delle secchiate arriva invece la domenica nel primo pomeriggio. In questo caso, chi esce in strada sa che deve indossare il costume da bagno o abiti corti nonché portare con sé un secchio o una bacinella di plastica per bagnare le altre persone presenti.

Le uniche due “chiene” che si tengono a mezzanotte sono appunto quelle del 16 e del 17 agosto. Lo scenario notturno rende il tutto più suggestivo e il divertimento è assicurato, perché tutti giocano come bambini, anche gli adulti.

In occasione di questo vero e proprio Festival dell’acqua della durata di oltre un mese sono tante le iniziative che si sviluppano in città: mostre, mercati, sagre, spettacoli musicali e teatrali, per un’estate all’insegna dello svago e dello stare bene.

Programma dell’evento, Chiena di mezzanotte 2019

Luglio 2019

Sabato 13
Ore 15.00-16.00 Passeggiata

Domenica 14
Ore 12.00-13.00 Passeggiata
Ore 15.00-16.00 Secchiata

Sabato 20
Ore 15.00-16.00 Passeggiata

Domenica 21
Ore 12.00-13.00 Passeggiata
Ore 15.00-16.00 Secchiata

Sabato 27
Ore 15.00-16.00 Passeggiata

Domenica 28
Ore 12.00-13.00 Passeggiata
Ore 15.00-16.00 Secchiata

Agosto 2019

Sabato 3
Ore 15.00-16.00 Passeggiata

Domenica 4
Ore 12.00-13.00 Passeggiata
Ore 15.00-16.00 Secchiata

Sabato 10
Ore 15.00-16.00 Passeggiata

Domenica 11
Ore 12.00-13.00 Passeggiata
Ore 15.00-16.00 Secchiata

Venerdì 16
Chiena di mezzanotte

Sabato 17
Chiena di mezzanotte

Cenni storici

La Chiena è dunque una vera inondazione della città, che rende felici gli abitanti e attira la curiosità e stupisce i turisti.

Ma quali sono le origini di questo evento di folklore?

Si tratta di una tradizione risalente a un passato molto lontano, addirittura al ‘600, quando per ripulire le strade o a causa della peste, era indispensabile inondare la città in estate perché le piogge erano scarse. Per motivi d’igiene dunque si decise di creare un percorso artificiale in cui deviare l’acqua del fiume e controllarne l’afflusso per le vie della città.

Ma le spiegazioni non finiscono qui e si perdono nella fantasia del popolo, al confine tra mito e realtà. Si racconta infatti che nel corso della sua settima fatica, Ercole abbia dovuto deviare il corso del fiume Alfeo per pulire le stalle del re Augia.

Inoltre fino a qualche secolo fa, piazza Navona a Roma veniva allagata con il fiume Tevere e a Torino, nel 1700, anche il fiume Po veniva incanalato per svolgere tale funzione e pulire quindi le strade più importanti della città. E si iniziò anche a Campagna.

Informazioni su Campagna

La cittadina in provincia di Salerno conta circa 17mila abitanti e si trova a 270 m di altitudine. Il periodo di maggior fermento, dal punto di vista degli eventi e delle iniziative per l’intrattenimento dei turisti, è proprio quello estivo. Oltre al percorso religioso tra le numerose chiese e a quello artistico con visita al Museo della Pace, è da consigliare il percorso eno-gastronomico tra frantoi e cantine vitivinicole. Il territorio offre anche numerose prelibatezze e prodotti locali a km zero da degustare, tra cui formaggi, salumi e carni della zona, latticini, oltre ovviamente alla pizza e alle preparazioni a base di pesce.

Autore dell'articolo: Natalia Piemontese

Copywriter da 10 anni e mamma freelance, appassionata di viaggi. Originaria della Puglia, adoro l'Italia intera e ho visitato molte città dell'Europa, per lavoro o per semplice svago. Ho da poco inaugurato un nuovo progetto, su https://www.creatoridibrand.it/, con risorse e strumenti per aiutare le mamme come me a intraprendere un business nel digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *